Site logo

Angelo Poletti

Sezione di Biomedicina e Endocrinologia
Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari
Centro di Eccellenza sulle Malattie Neurodegenerative
Universita' degli Studi di Milano

Il Prof. Angelo POLETTI e' Professore di Biologia Applicata dell'Universita' degli Studi di Milano, e lavora presso la Sezione di Biomedicina e Endocrinologia del Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari (DiSFeB) in via Balzaretti 9, Milano (vedi mappa in Google)
Presso la stessa Universita', nel 1984, ha conseguito a pieni voti la laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, nel 1987, il diploma di specializzazione in Endocrinologia Sperimentale e, nel 1993, il Dottorato di Ricerca in Scienze Endocrinologiche e Metaboliche.

Insegna Biologia Animale al Corso di Laurea di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Biologia al Corso di Laurea di Scienze e Tecnologie Erboristiche, Biologia Cellulare II e Molecolare (modulo: Biologia Cellulare) e Tecnologie Cellulari al Corso di Laurea di Biotecnologie Farmaceutiche della Facolta' di Farmacia dell'Universita' degli studi di Milano. E' Professore del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Scienze Endocrinologiche e Metaboliche dell'Universita' degli Studi di Milano.

Ha svolto attivita' di Ricerca presso il "Department of Cell and Molecular Biology" del Baylor College of Medicine, Houston, TX, USA, per il periodo di tre anni.
Attualmente svolge la sua attivita' di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari

Principali interessi di ricerca: (dettagli)
    1) Neurodegenerazione dei motoneuroni nell'Atrofia muscolare spinale e bulbare (SBMA o malattia di Kennedy)
    2) Neurodegenerazione dei motoneuroni nella Sclerosi Laterale Amiotrofica (ALS)
    3) Azione di androgeni ed estrogeni su neuroni di derivazione ipotalamica LHRH secernenti
    4) Attivazione intracerebrale degli steroidi
    5) Modulazioni delle funzioni dei motoneuroni da parte degli steroidi gonadici
    6) Controllo androgenico ed estrogenico sulla crescita ed invasivita' del tumore prostatico
THE LABORATORY

------> Links utili