Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Opportunità di tirocinio e tesi
In questa sezione vengono pubblicate le opportunità di tirocinio e tesi esterni/interni che pervengono alla Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari.
OPPORTUNITÀ DI TIROCINIO E TESI

PROPOSTA TIROCINIO MAGISTRALE SCIENZE E TECNOLOGIE ALIMENTARI

12/09/2019 - E' disponibile un tirocinio esterno curricolare per laurea magistrale presso il Consorzio A&Q, con sede operativa situata all’interno della Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari, nel periodo ottobre 2019 – febbraio 2020. Il tirocinio sarà incentrato sullo studio degli standard BRC – IFS - FSSC 22000 e sulla loro applicazione nelle aziende del settore alimentare durante lo svolgimento dell’attività di consulenza.
Per maggiori informazioni o per fissare un incontro, gli interessati possono contattare la dr.ssa Irene Bernareggi (mail poloaq2@unimi.it - tel 375 643 6792)

Tirocinio di laurea triennale Fauna Selvatica

01/07/2019 - (riservata agli studenti iscritti al corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell'Ambiente e del Territorio Montano)
Proposta di tirocinio su rilievi biometrici e sanitari su Ungulati e Galliformi Alpini presso il centro di controllo del CAC VCO2 in val d’Ossola
Per informazioni rivolgersi a:
Dott. Stefano Sivieri (Stefano@giannisivieri.191.it)
Prof.ssa Silvana Mattiello (silvana.mattiello@unimi.it)

PROPOSTA DI TIROCINIO ZOOTECNICO IN VALLECAMONICA

24/06/2019 - Viene proposta un’attività di tirocinio da svolgere presso un allevamento/caseificio aziendale di Vezza d’Oglio (BS).
Il lavoro da svolgere sarà quello di monitorare la produzione di latte bovino e caprino e la trasformazione in prodotti caseari.
Lo scopo dello studio è di valutare il potenziale produttivo, le problematiche connesse e le azioni eventuali di miglioramento per uno sviluppo sostenibile delle attività lattiero-casearie in una azienda multifunzionale a conduzione familiare.
Gli studenti interessati dovranno effettuare rilievi alla mungitura e alla caseificazione, distribuiti nell’arco temporale lungo, anche con raccolta di campioni di latte e di formaggi, oltre a valutazioni di sostenibilità.
Per gli evidenti aspetti logistici, è gradita e preferita la residenza nelle vicinanze, e con la possibilità di utilizzo dell’auto propria.

Docente di riferimento: Alberto Tamburini (alberto.tamburini@unimi.it)

Offerta di tesi: Studio delle capacità d’infiltrazione del verde urbano

28/05/2019 - Obiettivi del lavoro
Regione Lombardia, nel novembre del 2017, ha introdotto sul proprio territorio regionale il regolamento sull’invarianza idraulico-idrologica (r.r. 7/2017) con l’obiettivo di ridurre i deflussi di origine meteorica verso la rete di drenaggio urbano che nella maggior parte dei comuni italiani, e soprattutto negli insediamenti di più antica costruzione, è prettamente di carattere unitario. Per raggiungere tale obiettivo, il verde urbano attualmente presente nei centri urbani può giocare un ruolo fondamentale per ridurre i deflussi in fognatura e quindi mitigare il sovraccarico della rete di drenaggio in occasione di eventi meteorici particolarmente intensi.
Il lavoro si propone di misurare la capacità d’infiltrazione delle superfici permeabili sedi del verde urbano attualmente presenti sui territori urbanizzati della città metropolitana di Milano. Attraverso una serie di prove infiltrometriche a carico variabile condotte su diverse tipologie di superfici, sarà valutata la loro capacità d’infiltrazione e ricavata la curva che ne descrive il suo comportamento nel tempo. I risultati ottenuti saranno confrontati con i principali standard europei che fissano i requisiti minimi di permeabilità delle superfici e la loro capacità di infiltrare volumi meteorici con assegnato tempo di ritorno. La capacità d’infiltrazione delle superfici sarà inoltre correlata con l’età dell’opera in modo da capire l’eventuale riduzione della permeabilità a seguito della compattazione dei suoli e dell’alterazione delle proprietà idrologiche.

Attività
Ricerca bibliografica sulle tecniche di misura dell’infiltrazione su superfici permeabili e standard europei sulle proprietà d’infiltrazione che i suoli devono garantire;
Progettazione e costruzione dell’infiltrometro ad anello singolo o doppio;
Pianificazione delle attività di campo e scelta delle superfici da analizzare in funzione degli strati informativi del verde urbano presenti sul Geoportale della Lombardia;
Caratterizzazione dei suoli, misure d’infiltrazione in situ (in collaborazione con il gestore del servizio idrico della città metropolitana di Milano, Gruppo CAP, che supporterà le prove in campo);
Elaborazione dei dati e analisi dei risultati;
Scrittura della tesi;

Durata del lavoro
5-6 mesi

Prerequisiti
Buona conoscenza della lingua inglese (almeno B2);
Buona conoscenza del pacchetto Office (soprattutto del foglio elettronico);
Conoscenza di base delle funzionalità del software QGis
Non più di due esami da sostenere prima della laurea magistrale.

N.B. E’ richiesta una coppia di tesisti che svolgeranno assieme le attività. La prima tesi porrà l’accento sulla classificazione delle diverse superfici verdi, la caratterizzazione dei suoli (tessitura, profondità). La seconda sulla valutazione delle capacità d’infiltrazione e la correlazione con la vita dell’opera.

Per maggiori informazioni contattare daniele.masseroni@unimi.it oppure claudio.gandolfi@unimi.it

Proposta tirocinio/tesi: Analisi floristica ed ecologica di Campanula elatinoides

13/05/2019 - Posti disponibili: 2
Riservato agli studenti del corso di laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del territorio montano
La campanula dell’Insubria (Campanula elatinoides Moretti) è una pianta endemica delle Prealpi Lombarde che cresce sulle rupi di forre (canyon) calcaree e di cui si hanno pochi dati inerenti l’autore la sin-ecologia.
Lo studio ha l’obiettivo di: 1) analizzare la composizione floristica della comunità di cui la specie fa parte, 2) valutare la strategia funzionale CSR della specie, 3) analizzare eventuali differenze ecologiche e morfologiche intraspecifiche.
Il lavoro si svolgerà prevalentemente durante la stagione estiva 2019 e prevede sia attività in campo che in laboratorio (CRC Ge.S.Di.Mont.).
Per maggiori informazioni contattare il dott. Luca Giupponi (luca.giupponi@unimi.it)

Uno studio multi-disciplinare sull’evoluzione della vegetazione ripariale

03/05/2019 - Proposta di tesi per n.2 laureandi
(riservato agli studenti del corso di laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano)
La vegetazione ripariale è un elemento fondamentale dell’ecosistema fluviale e svolge funzioni ecosistemiche (protettiva, naturalistica, produttiva e ricreativa) di notevole interesse che variano dalla conservazione degli ecosistemi alla biodiversità, dalla sicurezza idraulica al mantenimento dei corridoi ecologici. La valutazione di tali funzioni è un primo passo fondamentale per la programmazione di una manutenzione ordinaria (sistematica, efficiente e duratura nel tempo) del corso d’acqua ed avviene attraverso il monitoraggio dell’evoluzione temporale della flora colonizzante sponde e argini.
La tesi si svolgerà lungo un arco temporale di un minimo di 6-8 mesi e richiederà al laureando di migliorare le proprie attitudini nella raccolta dati in campo (da un punto di vista botanico, forestale ed ingegneristico), nell’organizzazione delle informazioni e nella stesura di una sintesi finale.
In particolare, i rilievi si focalizzeranno sul riconoscimento delle specie pioniere, sulla misurazione delle caratteristiche principali della vegetazione (dimensioni, età, caratteristiche meccaniche quali flessione del tronco e rinforzo radicale dove opportuno), e nella stima della curva granulometrica depositata ai margini del corso d’acqua. Successivamente, saranno applicati indici ecologici e/o modelli idraulici per la stima del trasporto solido e del rischio alluvionale dell’area.
L’area di studio includerà le aree ripariali di alcuni torrenti della Valle Camonica tra cui il torrente Grigna (Esine, BS), Dezzo (Darfo Boario Terme, BS), Ogliolo (Aprica, SO) e Oglio (Edolo-Sonico, BS).
Autonomia, organizzazione e una base formativa di botanica e selvicoltura saranno doti necessarie per portare a compimento di lavoro di tesi.
Competenze richieste: utilizzo dei sistemi GIS (QGis) e pacchetto Office.
Per maggiori informazioni, si prega di prendere appuntamento con il dott. Alessio Cislaghi.
alessio.cislaghi@unimi.it

Studio e valorizzazione di una varietà locale tradizionale di montagna: il Mais delle Fiorine

29/04/2019 - (riservato agli studenti iscritti al corso in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano)
Il tirocinio ha lo scopo di caratterizzare dal punto di vistabotanico, agronomico e nutrizionale una varietà tradizionale di mais (Mais locale delle Fiorine) reintrodotta di recente in alta Valle Seriana (BG) grazie al lavoro dell'Associazione Grani dell'Asta del Serio. Oltre alle attività nei campi sperimentali allestiti in Valle Seriana (Clusone e comuni limitrofi) saranno svolte analisi in laboratorio, ciò al fine di raccogliere il maggior numero di dati possibili inerenti la varietà in modo da poterli utilizzare per avviare le pratiche di registrazione al Registro Nazionale delle Varietà da Conservazione. Tale attività è supportata dal Comune di Clusone e dall'Ass. Grani dell'Asta del Serio. L'attività si svolgerà prevalentemente durante la stagione estiva 2019. L'Associazione Grani dell'Asta del Serio offre la possibilità di alloggio gratuito presso le proprie strutture.
Per maggiori informazioni contattare: Dott. Luca Giupponi (luca.giupponi@unimi.it)

Allegato: Tirocinio mais fiorine.pdf

Proposta di tesi magistrale: prove di lotta biologica contro insetti delle derrate

17/04/2019 - Proposta di tesi magistrale: prove di lotta biologica contro insetti delle derrate.
Il lavoro proposto viene effettuato in collaborazione con un’azienda alimentare in provincia di Pavia per la sperimentazione di un programma di lotta biologica contro i principali infestanti delle derrate.
Il lavoro verrà svolto principalmente presso i laboratori di Entomologia del DeFENS, ma verranno effettuati anche dei sopralluoghi presso l’azienda alimentare.
L’inizio del lavoro è previsto a maggio 2019.
Docente di riferimento: Sara Savoldelli, DeFENS, sara.savoldelli@unimi.it

PROPOSTA DI TIROCINIO/TESI MAGISTRALE PER VALUTAZIONE PRODUZIONE DI FORMAGGI DI MONTAGNA IN VAL BREMBANA

29/03/2019 - Viene proposta un’attività di tirocinio da svolgere in Val Brembana (comune di Dossena).
Il lavoro da svolgere, in accordo con le istituzioni locali sarà quello di monitorare la produzione di latte in alcune aziende di bovine da latte e di capre da latte, e la trasformazione in prodotti caseari.
Lo scopo dello studio è di valutare il potenziale produttivo, le problematiche connesse e le azioni eventuali di miglioramento per uno sviluppo futuro sostenibile.
Gli studenti interessati dovranno effettuare rilievi alla mungitura e alla caseificazione, distribuiti nell’arco della stagione primaverile-estiva-autunnale, con raccolta di campioni di latte e di formaggi.
Per gli evidenti aspetti logistici, è gradita e preferita la residenza nelle zone coinvolte o in zone limitrofe, e la possibilità di utilizzo dell’auto propria.

Docente di riferimento: Alberto Tamburini (alberto.tamburini@unimi.it)

Rinnovo dei Piani di Assestamento Forestale dei comuni della Valle Camonica

25/03/2019 - (riservato agli studenti del corso di laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del territorio Montano).
Il Consorzio Forestale Due Parchi e lo Studio Ambiente e Foreste cercano tirocinanti in pianificazione forestale per il rinnovo dei Piani di Assestamento di alcuni comuni della Valle Camonica.
Il tirocinio esterno si svolgerà nell’estate 2019 e comprenderà: rilievi forestali in campo, elaborazioni GIS, progettazione di strumenti web per la comunicazione al pubblico.
Requisiti: superamento dell’esame di selvicoltura, frequenza del corso GIS, disponibilità a camminare in montagna.
Docente di riferimento: dr. Giorgio Vacchiano, sez. Idraulica Agraria giorgio.vacchiano@unimi.it

TIROCINI/TESI IN GENETICA AGRARIA

14/03/2019 - Sono disponibili due posti per lo svolgimento di tesi o tirocini presso il laboratorio di Genetica del mais del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali (DiSAA).
Il progetto riguarda la caratterizzazione di geni chiave per l’adattamento delle piante coltivate ai cambiamenti ambientali e comprende attività in laboratorio e in campo.
Il campo sperimentale si trova presso un’azienda situata a Verderio (Lc). L’inizio del lavoro è previsto per aprile-maggio 2019.
Per ulteriori informazioni potete contattare la docente all’indirizzo gabriella.consonni@unimi.it.

SPERIMENTAZIONE DI BIOFERTILIZZANTI DI RICICLO DI LANA SUCIDA PER LA COLTIVAZIONE DI PATATE

13/03/2019 - Riservato agli studenti di Valorizzazione e Tutela dell'Ambiente e del Territorio Montano.
Il tirocinio è realizzato in collaborazione con Legambiente Valchiavenna e CNR ISMAC di Biella e prevede Test in campo per valutare gli effetti di un fertilizzante ottenuto da tecnologia verde di idrolizzazione della lana di scarto ottenuta dall’allevamento ovino con la coltivazione delle patate.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE: valeria.leoni@unimi.it

INDAGINE SUGLI OPERATORI DELL’ECOTURISMO

01/03/2019 - Riservato agli studenti di Valorizzazione e Tutela dell'Ambiente e del Territorio Montano.
L’indagine, rivolta alle guide turistiche (Accompagnatori di Media Montagna (CAI), Guide Alpine, Guide Ambientali Escursionistiche (AIGAE), Guide dei Parchi con particolare attenzione a Orobie Valtellinesi, Parco del Ticino, Parco dell’Adamello e Parco Nazionale dello Stelvio) ha un approccio di tipo quali-quantitativo e verrà somministrata direttamente agli operatori principalmente in modalità online. Nell’ambito delle rilevazioni, qualora i dati raccolti non siano esaustivi, si interverrà realizzando delle interviste in profondità con i singoli operatori. L’indagine ha lo scopo di verificare le modalità di erogazione dei servizi connessi a forme di turismo sostenibile e naturalistico.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE:
stefano.sala1@unimi.it

PROPOSTA DI TIROCINIO-TESI 20-02-19 VALORIZZAZIONE DELL’ AGRO-BIODIVERSITÀ VEGETALE DEI TERRITORI MONTANI ITALIANI

22/02/2019 - Il tirocinio riguarda l’integrazione delle conoscenze sulle cultivar locali tradizionali di montagna. L’attività prevede la mappatura delle realtà produttive italiane di antiche varietà vegetali e la possibilità di effettuare alcune prove agronomiche in campo e analisi di laboratorio presso il Centro Ge.S.Di.Mont.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE:
giulia.ceciliani@unimi.it

PROPOSTA DI TIROCINIO-TESI 20-02-19 COLTIVAZIONE DI GENEPÌ E ARNICA MONTANA

22/02/2019 - (Riservato agli studenti del Corso di laurea in Valorizzazione e tutela dell’ambiente e del territorio montano)
Il tirocinio è realizzato in collaborazione con l’azienda agricola Shanty Maè e prevede prove di germinazione su piante officinali autoctone della Valsaviore (genepì e arnica) nonché uno studio delle caratteristiche dell’azienda.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE:
valeria.leoni@unimi.it

PROPOSTA DI TIROCINIO-TESI 20-02-19 SPERIMENTAZIONI DI BIOFERTILIZZANTI NELLA COLTIVAZIONE DELLO ZAFFERANO

22/02/2019 - (Riservato agli studenti del Corso di laurea in Valorizzazione e tutela dell’ambiente e del territorio montano)
Il tirocinio riguarda Test in campo per valutare gli effetti di biofertilizzanti a base di funghi micorrizici arbuscolari (AMF) e batteri promotori della crescita delle piante (PGPB) per la produzione di zafferano. L’attività prevede l’analisi di campo in Val Brembana (BG) e analisi di laboratorio presso CRC Ge.S.Di.Mont
PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE:
luca.giupponi@unimi.it

Proposta di attività di tesi di laurea “La funzione protettiva del bosco: valutazione di resistenza e resilienza”

12/02/2019 - (Riservato agli studenti dei Corsi di laurea in Valorizzazione e tutela dell’ambiente e del territorio montano)
I boschi di protezione rappresentano un elemento indispensabile per fronteggiare il rischio idrogeologico.
Con l’aumentare della frequenza di eventi meteorologici estremi, il territorio alpino e subalpino è spesso colpito da frane superficiali e movimenti rapidi di suolo che mettono in pericolo abitati ed infrastrutture.
La tesi si svolgerà lungo un arco temporale di un minimo di 8 mesi e richiederà al laureando di migliorare le proprie attitudini nella raccolta dati in campo, nella calibrazione di modelli di rinforzo radicale e di valutazione
del rischio franamento e nella valutazione della resistenza e resilienza di porzioni di bosco.
In particolare, i rilievi riguarderanno la misura delle caratteristiche dei pattern forestali per due o più specie, la misura della densità radicale a più distanze dal tronco e la misura delle proprietà meccaniche delle radici.
In seguito, saranno applicati modelli matematici per stimare il rinforzo radicale e la stabilità dei versanti.
L’area di studio è il sottobacino del torrente Re in comune di Cimbergo (BS), in Valcamonica.
Autonomia, organizzazione e una base formativa sui rilievi forestali saranno doti necessarie per portare a compimento di lavoro di tesi.
Competenze richieste: utilizzo dei sistemi GIS (QGis), pacchetto Office, e preferibilmente un linguaggio di programmazione (R o MATLAB).

Per maggiori informazioni, si prega di prendere appuntamento con il dott. Alessio Cislaghi: alessio.cislaghi@unimi.it

Allegato: proposta_tesi.pdf

Tesi magistrale: Indagini etologiche sul lepidottero Ephestia kuehniella in presenza di chinoni

07/02/2019 - L'argomento di tesi proposto si inserisce all'interno di un progetto di ricerca mirato a indagare il comportamento degli adulti del lepidottero Ephestia kuehniella in presenza di diverse concentrazioni di chinoni, al fine di ottenere dati utili per prevenire le infestazioni negli ambienti di produzione e stoccaggio di farine.
Prerequisiti: avere sostenuto esami inerenti l'entomologia.

Docenti di riferimento: daria.locatelli@unimi.it; lidia.limonta@unimi.it; sara.savoldelli@unimi.it

Proposta di Tirocini in gestione forestale

31/01/2019 - (Riservato agli studenti dei Corsi di laurea in Valorizzazione e tutela dell’ambiente e del territorio montano, Agrotecnologie, Scienze Agroambientali)

Sono disponibili tirocini da svolgersi presso il Parco Intercomunale delle Colline, BS
I tirocini riguardano le seguenti tematiche:
• Struttura e dinamiche di querco-carpineti planiziali
• Inventario forestale per la redazione del piano di gestione e l’analisi del rischio incendi
• Progettazione e riordino della rete sentieristica

Docente di riferimento:
prof.. Giorgio Vacchiano, sez. Idraulica Agraria
giorgio.vacchiano@unimi.it

PROPOSTA DI TIROCINI/TESI MAGISTRALI PER VALUTAZIONE FLORISTICA E NUTRIZIONALE DI PRATI DA SFALCIO E ALPEGGI

18/01/2019 - Viene proposta un’attività di tirocinio da svolgere in Val Trompia (BS), in Val Brembana (comune di Dossena) e in Val Camonica (Parco dell’Adamello) per la valutazione floristica e nutrizionale di prati da sfalcio, di foraggi affienati e di alpeggi.
Il lavoro da svolgere, in accordo con le istituzioni locali (Comunità Montana e Comune), sarà quello di monitorare la produzione quali-quantitativa dei foraggi prodotti, per la alimentazione di bovini e caprini in aree tipiche di produzione casearia, e di studiare il potenziale produttivo, le problematiche connesse e le azioni eventuali di miglioramento per uno sviluppo futuro sostenibile.
Gli studenti interessati dovranno effettuare rilievi floristici sui prati e sui ricacci, distribuiti nell’arco della stagione di raccolta dei foraggi prativi (maggio-settembre) e di pascolamento (giugno-settembre), con raccolta di campioni di erba fresca e dei fieni prodotti per una successiva valutazione nutrizionale.
Per gli evidenti aspetti logistici, è gradita e preferita la residenza nelle zone coinvolte o in zone limitrofe, e la possibilità di utilizzo dell’auto propria.

Docente di riferimento: Alberto Tamburini (alberto.tamburini@unimi.it)

Proposta di attività di tesi di laurea: il fenomeno degli schianti nelle fustaie

15/11/2018 - Il fenomeno degli schianti nelle fustaie (15/11/2018)
Proposta di tesi per n.2 laureandi.
In letteratura, ricorre spesso il termine “windthrow” usato per definire un fenomeno associato ad un evento meteorologico legato a venti e/o nevicate eccezionali che causano danni estesi e di grossa entità sul comparto vegetazionale. Fra le più comuni tipologie di danni causati alla pianta, il completo ribaltamento della stessa e del relativo apparato radicale senza alcune tipologie di rottura è certamente il più comune.
La proposta di tesi è rivolta agli studenti del corso di laurea in “Valorizzazione e tutela dell’ambiente e del territorio montano” e si svolgerà lungo un arco temporale di 8 mesi e richiederà al laureando di migliorare le proprie attitudini nella raccolta dati, nell’applicazione di modelli specifici già precedentemente sviluppati e nell’utilizzo di analisi statistiche per determinare differenze e/o similitudini nei dati raccolti. Sarà richiesto di selezionare aree specifiche soggette alla problematica descritta, organizzare e condurre semplici misure di campo e di laboratorio. Autonomia e capacità di problem solving saranno doti necessarie per portare a compimento il lavoro.
Competenze richieste: utilizzo dei sistemi GIS (QGis) e GoogleEarth, basi di linguaggi di programmazione (Microsoft Excel, R, MATLAB), basi di botanica applicata e gestione selvicolturale.
Per maggiori informazioni, si prega di prendere appuntamento con il dott. Alessio Cislaghi.
alessio.cislaghi@unimi.it

Allegato: PROPOSTA TESI EDOLO.pdf

Test di germinazione di semi di piante alpine pioniere

14/11/2018 - (Riservato agli studenti iscritti al corso di laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano)
Posti disponibili: 2
Durante il tirocinio saranno condotti test di germinazione di semi di piante erbacee/arbustive pioniere che vivono nei ghiaioni calcarei dell’ambiente alpino. Ciò al fine di definire meglio alcuni aspetti legati alla germinazione dei loro semi e capire se tali specie possono essere coltivate ex situ ed utilizzate in progetti di ingegneria naturalistica volti alla stabilizzazione dei versanti. Il tirocinio è rivolto agli studenti del corso di laurea in “Valorizzazione e Tutela
dell’Ambiente e del Territorio Montano” e si svolgerà presso i laboratori del CRC Ge.S.Di.Mont. (Edolo - BS) a partire dai primi mesi del 2019. I candidati dovranno segnalare il loro interesse entro il 31 gennaio 2018 e saranno selezionati in base alla loro carriera universitaria, capacità, interesse e disponibilità.
Per segnalare la propria adesione e ricevere maggiori informazioni sul tirocinio rivolgersi a: dott. Luca Giupponi (luca.giupponi@unimi.it)

Allegato: tirocinio test germinazione luca.pdf

Attività di ricerca sulle filiere agro-alimentari della montagna bresciana.

10/09/2018 - In collaborazione con la Fondazione Civiltà Bresciana, si propone un’attività di ricerca sulle filiere agro-alimentari della montagna bresciana.
Lo scopo del progetto è quello di studiare le caratteristiche storiche, produttive ed economiche delle filiere principali della produzione alimentare nelle aree montane della provincia bresciana degli ultimi 50 anni, con particolare riguardo a latte, carne, vino, frutta. Saranno da indagare anche i documenti prodotti dalle Comunità Montane durante la stesura di progetti da finanziare sul tema dell’agro-alimentare.
Il lavoro di ricerca è rivolto agli studenti delle lauree magistrali, automuniti e possibilmente provenienti dalla provincia di Brescia.
Contatto: prof. Alberto Tamburini (alberto.tamburini@unimi.it)

TIROCINIO/TESI SUL VERDE URBANO DI CASTIONE DELLA PRESOLANA (BG)

06/07/2018 - Nell’ambito di una collaborazione con il Comune di Castione della Presolana (BG), si sta procedendo al rilievo e alla successiva analisi e valutazione di alcune aree verdi del comune in vista di una loro valorizzazione. Si cercano uno studente interessato ad una tesi di Laurea Magistrale e un altro ad un tirocinio per la Laurea Triennale (attualmente è già attivo un tirocinio, le cui attività sono già iniziate).
Per informazioni contattare Giulio Senes: giulio.senes@unimi.it; telefono: 02/50316885

Proposta tirocinio CREA - Centro di Ricerca Genomica e Bioinformatica

04/07/2018 - Presso i laboratori del CREA - Centro di Ricerca Genomica e Bioinformatica di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza) sono disponibili posti per lo svolgimento della tesi sperimentale della laurea magistrale. Il Centro ha competenza in genomica, biotecnologia, bioinformatica, genetica e fisiologia vegetale e le attività sono finalizzate ad un ampliamento delle conoscenze sulla struttura e funzione dei geni e dei genomi, all’applicazione della genetica molecolare al miglioramento genetico, alla sicurezza alimentare, alla qualità dei prodotti agricoli, alla sostenibilità e tracciabilità dei processi produttivi.
I progetti prevedono l'utilizzo di metodiche avanzate per l'analisi genetica e presuppongono conoscenze di base e interesse verso il settore della genetica e della biologia molecolare applicata all'agricoltura. In particolare, i progetti riguardano:
- la caratterizzazione di mutanti di orzo che presentano difetti nello sviluppo del cloroplasto (mutanti albini e viridis). Per questi mutanti sono disponibili dati preliminari di mappaggio genetico e di sequenziamento della porzione codificante del genoma.
- il mappaggio fine di un gene di tolleranza alle alte concentrazioni saline durante la fase di germinazione in orzo.

Gli studenti interessati a svolgere la tesi su queste tematiche sono pregati di mettersi in contatto con la Prof.ssa Laura Rossini laura.rossini@unimi.it (UNIMI – DiSAA) e il Dr. Alessandro Tondelli alessandro.tondelli@crea.gov.it (CREA).

Proposta di tirocinio in Valle Camonica (riservata agli studenti iscritti al corso di laurea in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

21/05/2018 - L'attività di tirocinio ha come principale lo studio della filiera di produzione dei piccoli frutti in alta Valle Camonica, dove è nata nel 2012 la Cooperativa Adamello con l’intento di sostenere e ampliare le produzioni dei suoi due comparti (agricolo e zootecnico). Lo studente seguirà le attività della cooperativa, dalla produzione alla vendita dei piccoli frutti, con particolare attenzione alla gestione della filiera secondo gli aspetti commerciali, di comunicazione e promozione. Lo studente si occuperà anche della creazione di un database di prodotti agricoli del territorio.
E’ richiesta flessibilità e mezzo proprio.
Periodo di svolgimento: giugno – ottobre 2018.
Referenti: Dott.ssa Sara Sandrini (sg.sandrini@gmail.com), dott. Luca Giupponi (luca.giupponi@unimi.it)

Proposta di n.1 tirocinio sulle imprese a conduzione giovanile in montagna nella Regione Lombardia (riservata agli studenti iscritti al corso di laurea in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

21/05/2018 - Viene proposta una ricerca sulle imprese condotte da giovani in aree montane. L’indagine si svolgerà in collaborazione con il gruppo di ricerca multidisciplinare già attivo sul tema presso Unimont e permetterà di raccogliere contenuti qualitativi per la stesura della tesi di laurea e contribuire a possibili pubblicazioni scientifiche sul tema.

Obiettivo della ricerca è delineare la situazione delle imprese attive nelle montagne della Regione Lombardia (quante sono, dove si trovano, quali sono i loro elementi di forza, quali quelli di debolezza, qual è il loro modello di business, ecc.) e conoscere attraverso la testimonianza diretta degli imprenditori quali sono gli elementi che facilitano l’avvio/la crescita di un’azienda e quali, al contrario, sono gli elementi di ostacolo.

Le attività di ricerca prevedono:
● attivazione del contatto con i giovani imprenditori nelle sette provincie lombarde definite (Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Sondrio, Varese);
● somministrazione di un questionario strutturato per via telefonica / skype;
● raccolta e verifica dei dati;
● inserimento dei dati in un apposito database;
● descrizione dei risultati ottenuti.

Competenze richieste allo studente:
● interesse per il tema dei giovani imprenditori nelle aree montane
● responsabilità, motivazione e serietà per l’impegno preso
● precisione e puntualità nelle attività assegnate
● capacità comunicativa e relazionale
● buona conoscenza degli strumenti informatici di uso comune (pacchetto Office, skype, web)

Durata del tirocinio:
attivazione: immediata
chiusura fase di ricerca: 31 luglio 2018

Info e contatti:
Segreteria Didattica di Edolo corso.edolo@unimi.it

Attività di tirocinio per estate – autunno 2018: Valtellina e Valchiavenna - ORTICOLTURA MONTANA E PACCIAMATURA DI LANA

09/05/2018 - Il tirocinio si svolge in Valtellina e in collaborazione con UNIMONT e LEGAMBIENTE VALCHIAVENNA. Sono previste le seguenti attività:
- assistere l’associazione Onlus Legambiente Valchiavenna nelle sue attività di promozione della pastorizia e dell’orticoltura montana attraverso l’orto didattico dell’associazione stessa;
- seguire le attività di coltivazione e la sperimentazione della pacciamatura di lana presso alcune aziende valtellinesi produttrici di zafferano.
La lana, da risorsa si è trasformata in rifiuto speciale ma alcuni agricoltori ne stanno riscoprendo il valore come fertilizzante naturale e pacciamante a costo zero e chilometro zero. Il tirocinio ha come attività principale la valutazione dell’efficacia del riciclo e degli utilizzi alternativi della lana-rifiuto speciale come pacciamatura per orti e coltivazioni.

Per maggiori informazioni contattare: luca.giupponi@unimi.it

Tirocinio riservato agli studenti iscritti al Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano

Tirocini/tesi in genetica e miglioramento genetico dei cereali presso CREA-ZA di Sant’Angelo Lodigiano

23/04/2018 - L’Unità di S. Angelo Lodigiano, nata da una donazione fatta nel 1932 dalla Contessa Morando Bolognini, si occupa di cereali a paglia per il Nord-Italia, con attività prevalenti nel miglioramento genetico, nella caratterizzazione della qualità tecnologica, nella sostenibilità economica ed ambientale e nella valorizzazione del germoplasma.
L’Unità ha un’ampia collezione di germoplasma: 5173 genotipi di Triticum aestivum, comprendenti vecchie e nuove varietà, e 1671 accessioni di frumenti diploidi. Mantiene inoltre numerosi campioni di farro, spelta, grano saraceno, quinoa ed amaranto. Tale collezione, unica in Italia, è di primaria importanza per i ricercatori perché rappresenta un bacino di variabilità genetica entro cui individuare geni utili per programmi di miglioramento genetico; consente inoltre di soddisfare le sempre più numerose richieste provenienti dal mondo agricolo relative a seme di vecchie varietà.

L’Unità di Sant’Angelo effettua ricerche sull’intera filiera produttiva del frumento, spaziando dall’analisi agronomica e qualitativa (tecnologica e nutrizionale) alle biotecnologie avanzate. In particolare:
• studi filogenetici e identificazione varietale con marcatori proteici e molecolari
• mappaggio e individuazione di QTL
• caratterizzazione agronomica di varietà
• valutazione di pratiche agronomiche per un’agricoltura sostenibile
• breeding di nuove varietà, adatte alle necessità di produttori e industria;
• prove agronomiche e qualitative per l’iscrizione al “Registro delle Varietà” ;
• coordinamento della rete di valutazione del frumento tenero in Italia (convenzionale e biologico);
• conservazione, riproduzione e valorizzazione di germoplasma


Studenti interessati a svolgere il tirocinio o la tesi su tematiche di genetica e miglioramento genetico presso CREA-ZA sono pregati di mettersi in contatto con la Prof.ssa Laura Rossini laura.rossini@unimi.it (UNIMI – DiSAA).

TIROCINIO/TESI IN VAL TROMPIA

17/04/2018 - Viene proposta URGENTEMENTE un’attività di tirocinio da svolgere in Val Trompia (BS) per la valutazione floristica e nutrizionale di prati da sfalcio e di foraggi affienati.
Il lavoro da svolgere, in accordo con la Comunità Montana della Val Trompia, sarà quello di monitorare la produzione quali-quantitativa dei foraggi prodotti, nell’area tipica di produzione del formaggio DOP Nostrano-Valtrompia, e di studiare il potenziale produttivo, le problematiche connesse e le azioni eventuali di miglioramento per uno sviluppo futuro sostenibile.
Gli studenti interessati dovranno effettuare rilievi floristici sui prati e sui ricacci, distribuiti nell’arco della stagione di raccolta dei foraggi (maggio-settembre), con raccolta di campioni di erba fresca e dei fieni prodotti per una successiva valutazione nutrizionale.
Per gli evidenti aspetti logistici, è gradita e preferita la residenza in zona o zone limitrofe, e la possibilità di utilizzo dell’auto propria.

Docente di riferimento: Alberto Tamburini (alberto.tamburini@unimi.it)

TIROCINIO VALUTAZIONE EFFICIENZA E SOSTENIBILITA’ DI UN ALLEVAMENTO DI GALLINE OVAIOLE

17/04/2018 - Viene proposta un’attività di tirocinio da svolgere durante il 2018 per la valutazione delle problematiche gestionali e della sostenibilità di un allevamento di tipo familiare-agriturismo di circa 200 galline ovaiole, a Solto Collina (BG).
Lo scopo del lavoro è di monitorare le prestazioni zootecniche ed economiche dell’allevamento per la valutazione dell’efficienza produttiva e della sostenibilità economica di tale allevamento.
Gli studenti interessati, possibilmente della zona ed automuniti, dovranno effettuare rilievi direttamente in azienda per l’anno 2018.

Docente di riferimento: prof. Alberto Tamburini alberto.tamburini@unimi.it

TELERILEVAMENTO E ANALISI GEOFISICHE SU GHIACCIAIO

10/04/2018 - Analisi del Ghiacciaio di Sforzellina e Ghiacciaio di Dosdè Centrale (Alpi Lombarde)
Il tirocinio, proposto dallo Studio geologico Sterli Mario, ha l’obiettivo di fare partecipare uno studente alle varie fasi di svolgimento di un lavoro sui ghiacciai commissionato da Arpa Lombardia.
Il lavoro prevede un rilievo fotogrammetrico e termografico (impiegando droni) sul ghiacciaio della Sforzellina (Passo Gavia) e sul ghiacciaio Dosdè. Gran parte del lavoro su campo si svolgerà a settembre 2018.
Requisiti preferenziali:
- Utilizzo di software in ambiente GIS
- Dimestichezza con l’ambiente di Alta Montagna
Scadenze:
Gli studenti interessati dovranno comunicarlo alla segreteria di Edolo (corso.edolo@unimi.it), entro il 15 maggio 2018. La segreteria accetterà solo le prime 10 richieste ricevute, successivamente lo studio geologico Sterli Mario, nella settimana seguente, predisporrà un colloquio con gli studenti interessati, scegliendo la persona che riterrà più idonea.
Referenti: Devid Stain (desta@hotmail.it), Luca Giupponi (luca.giupponi@unimi.it)
Il tirocinio è riservato agli studenti iscritti al corso di laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano

Opportunità di tesi/tirocinio per una prova di alimentazione con bovine da latte

31/01/2018 - Opportunità di tesi/tirocinio per una prova di alimentazione con bovine da latte finalizzata a valutare: 1) produzione e qualità del latte; 2) digeribilità e bilancio dell’azoto; 3) produzione di metano enterico in bovine da latte alimentate con quattro diete caratterizzate da una diversa base foraggera (silomais vs insilato di frumento vs insilato di medica/loiessa vs fieni). La prova (inizio marzo 2018) si svolgerà presso l’azienda didattico sperimentale Cascina Baciocca dell’Università degli Studi di Milano situata in Cornaredo (con possibilità di usufruire della foresteria per gli studenti coinvolti).
Per maggiori informazioni contattare i seguenti docenti:
Prof. G. Matteo Crovetto: matteo.crovetto@unimi.it
Dott. Gianluca Galassi: gianluca.galassi@unimi.it
Prof. Luca Rapetti: luca.rapetti@unimi.it
Dott. Stefania Colombini: stefania.colombini@unimi.it

TIROCINIO SULLA CAPRA BIONDA DELL'ADAMELLO

31/01/2018 - E’ proposto un tirocinio sullo studio dell’allevamento della Capra Bionda dell’Adamello. In particolare il tirocinante o i tirocinanti dovranno monitorare l’ingestione giornaliera di capre in lattazione, con particolare riguardo alle valutazioni di razioni specifiche in funzione dello stadio di lattazione. Inoltre seguiranno le fasi della mungitura con i rilievi della produzione e qualità del latte, oltre a seguire le fasi di lavorazione del latte per la produzione di formaggio Fatulì.
Lo scopo del lavoro è quello di studiare le problematiche relative alla gestione di un gregge di capre Bionde dell’Adamello selezionate per il miglioramento della razza, presso l’allevamento di Fresine (BS) e valutare gli aspetti gestionali, produttivi, caseari ed economici.
Inizio immediato, consigliato per studenti automuniti e che si laureino dopo ottobre 2018.
Docente di riferimento: prof. Alberto Tamburini alberto.tamburini@unimi.it
Edolo, 31 gennaio 2018

Sviluppo di un progetto di valorizzazione turistica integrata

31/01/2018 - Sviluppo di un progetto di valorizzazione turistica integrata e multitematica delle risorse ambientali, culturali, sportivo ricreative in un’area campione della Vallecamonica.

Docente interno di riferimento: Segreteria didattica di Edolo corso.edolo@unimi.it

Edolo, 22 gennaio 2018
  Opportunità di tirocinio e tesi
  Procedure di attivazione e chiusura
  Ricerca tematiche e docenti
  Modulistica
Università degli Studi di Milano