pacelab

 
EngFlagItaFlag

 

 

 

 

logo dbs

Laboratorio di Fisiologia Molecolare
e Neurobiologia
Dipartimento di Bioscienze
Università di Milano
Via Celoria 26, 20133
Tel. 02.503.14931
Fax 02.503.14932

dario.difrancesco@unimi.it

pacelab flag

 

Links

logo normacor

 

 

 

 

Laboratorio
Laboratorio di Fisiologia Molecolare
e Neurobiologia
Dipartimento di Bioscienze
Università di Milano
Via Celoria 26, 20133
Tel. 02.503.14931
Fax 02.503.14932

lab

L´Unità di ricerca di Fisiologia Molecolare e Neurobiologia si occupa dell´analisi delle proprietà di diversi canali ionici. Il progetto di maggior interesse riguarda il canale pacemaker ("funny"), originariamente descritto nelle cellule "pacemaker" del nodo senoatriale (SAN) (Brown, DiFrancesco & Noble, 1979, Nature 280, 235) e caratterizzato negli anni successivi nei miociti cardiaci e nei neuroni. L´attività ritmica cardiaca è generata dalle cellule pacemaker, che nei mammiferi sono localizzate nel nodo senoatriale. Il potenziale d´azione delle cellule del nodo senoatriale ha una particolare fase chiamata depolarizzazione diastolica (o pacemaker), che alla fine di un potenziale d´azione porta il potenziale di membrana fino alla soglia per la generazione di un nuovo potenziale d´azione, e quindi determina l´attività ritmica cardiaca. L´attivazione della If è il meccanismo che controlla la depolarizzazione pacemaker. La corrente If è anche modulata dal cAMP intracellulare, che rappresenta il meccanismo responsabile della modulazione della frequenza cardiaca da parte del sistema nervoso autonomo. Una corrente pacemaker simile a quella cardiaca è espressa anche nei neuroni (Ih). Nei neuroni sensoriali la Ih è coinvolta nella percezione degli stimoli esterni e nella modulazione della trasduzione di stimoli sensoriali in segnali elettrici. La Ih è espressa anche in membrane presinaptiche, dove contribuisce a fenomeni di plasticità. Nel nostro laboratorio vengono studiate le proprietà dei canali pacemaker e di altri tipi di canali ionici a vari livelli (singola cellula, singolo canale, cellule native, espressione eterologa), utilizzando le più avanzate tecniche di elettrofisiologia, biologia molecolare, biochimica, immunofluorescenza ed altre tecniche.

 


   
Ricerca
   

   
 
,